Ingresso
Palazzo Moretti
Targa

PALAZZO MORETTI

L’ edificazione del Palazzo testimonia di una rinnovata frequentazione di questi luoghi da parte di nobili famiglie che lottarono lungamente per il possesso della ricca area ad ovest del Trasimeno. I Moretti erano famiglia la cui tradizione nobiliare documentata risale al secolo XVI e la cui dimora storica, nella quale si tramandavano la dinastia, era il seicentesco "Palazzo Moretti" in Pozzuolo.
Il Palazzo fu costruito da Cesare di Antonio Moretti discendente di una famiglia perugina di cittadinanza antica e originaria di Città Della Pieve, fu fatto erigere nel 1667 ma Cesare Moretti morì improvvisamente prima di averlo terminato. A dimostrazione della sua incompiutezza rimangono i buchi delle impalcature rimasti aperti, finestre chiuse e mensole senza balconi. Il palazzo risulterebbe essere opera di Giovanni Antonio De Rossi, allievo Borrominiano.
Nella piccola ma splendida Cappella Nobiliare viene preziosamente conservato l’antico fonte battesimale di Santa Margherita da Cortona.

 

  • Archivio Franco Rasetti

    Archivio Franco Rasetti

  • Sala Galeotti

    Sala Galeotti

  • Adele Galeotti Rasetti-Ritratti

    Adele Galeotti Rasetti-Ritratti

  • Paesaggio Degli Antichi Mestieri

    Paesaggio Degli Antichi Mestieri

  • La Cappella

    La Cappella

LE ESPOSIZIONI

Il Palazzo del 1600 offre al suo ingresso una vasta area espositiva, attualmente occupata dalla collezione di foto di Federico Scaletti, che fornisce un’importante immagine storica di Pozzuolo e delle 13 frazioni del Comune di Castiglione del Lago. Il lungo ingresso (circa 30 mt) è a disposizione per convegni, presentazioni di libri e mostre d’arte di artisti locali e internazionali.
Adiacente al corridoio segnaliamo una grande stanza dal nome "Artelegno in miniatura" che ospita una interessante mostra legata ad alcuni artisti locali, con riproduzioni di utensili ed edifici storici utilizzando tecniche originali. Salendo le scale si trova una prima stanza dove è collocata una collezione di piante della zona collinare del Trasimeno con didascalie sui loro rimedi officinali o medici. All’interno del Palazzo troviamo anche una mostra legata alla paleontologia curata dal naturalista Mario Morellini e una mostra, curata dall’associazione F.Rasetti, dedicata agli eventi bellici che hanno coinvolto il territorio durante le due guerre mondiali.

Tra i personaggi che hanno un posto nella mostra, c’è anche la madre di Franco Rasetti, la signora Adele Galeotti: pittrice molto apprezzata, che studiò presso l’Accademia delle Belle Arti di Firenze con il maestro Giovanni Fattori, all’inizio del 1900. Tra le esposizioni non poteva mancare quella dedicata a Enrico Fermi, amico nel periodo universitario di Franco Rasetti e collaboratore negli anni di Via Panisperna. Giulio Maltese ci ha lasciato materiale utile, grazie al quale è possibile conoscere la vita del Nobel per la Fisica del 1938 e le sue grandi intuizioni e scoperte.
Passando alla Stanza Nobile, in cui possiamo ammirare un bel soffitto affrescato, ci troviamo nel luogo dove è allestito l’archivio storico con pubblicazioni, attestati e documenti vari dello scienziato Franco Rasetti. Proseguendo la visita, raggiungiamo la stanza dedicata alla biografia del filosofo Teodorico Moretti-Costanzi, ultimo proprietario di Palazzo Moretti. Sempre al primo piano, una stanza dedicata alla Storia Risorgimentale del nostro territorio, importanti documenti che riguardano il periodo storico sono esposti nelle teche a cura del collezionista Ferdinando Mainò.
Al secondo piano, nella parte più antica del Palazzo, troviamo le mostre di Artisti Contemporanei Umbri, curate da Andrea Baffoni. In un’altra stanza, la grande opera di tecnologia di Ezio Mazzieri; la ricostruzione di un "Paesaggio degli antichi mestieri", dove i personaggi si attivano meccanicamente e danno un’idea concreta ai giovani delle attività lavorative di un recente passato.

Il Palazzo si trova in via Tenente Colonnello Giovan Battista Fioretti, Martire di Cefalonia.

FOCUS ON:

berlin pozzuolo invito

Dal 24 Settembre sino al 24 Ottobre 2016

BERLIN POZZUOLO PERUGIA

mostra collettiva di artisti provenienti dall'area di Berlino

DETTAGLI

Questo sito web fa unicamente uso di cookie tecnici
Continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookie